Mulini a martelli stazionari Mega

Impianti di riciclaggio per la macinazione flessibile dei rottami metallici più gravosi

Brevetti per macinazione

Caratteristica comune dei mulini a martelli Panizzolo, la culla intercambiabile consente significativi plus nel processo di macinazione dei rottami metallici

Logica di macinazione

Il mulino è strutturato per evitare l’espulsione del materiale dalla bocca d’ingresso mentre l’usura è circoscritta a corazze, griglie e martelli. Questi elementi sono fabbricati con i migliori acciai e le migliori fusioni per un decadimento graduale e mantenendo una costante qualità del rottame macinato.

Bassi costi energetici

Il mulino a martelli massimizza il rapporto tra consumo energetico e produttività oraria. La linea comprende modelli da 355 kW fino a 450 kW, con prestazioni produttive che vanno da 22 ton/h fino a 30 ton/h a seconda del macchinario.

Bassi costi gestionali

I macchinari sono progettati per ridurre al minimo il tempo di inattività produttiva e il numero di operatori coinvolti per il funzionamento. Il software controlla e regola autonomamente il trattamento, evitando la costante presenza di personale in prossimità dell’impianto.

Rotore e martelli

I rotori permettono di agevolare la macinazione del rottame, assorbendo le sollecitazioni senza ripercussioni strutturali nel lungo periodo. Panizzolo ha eliminato i punti di fragilità più comuni grazie allo studio di ogni elemento e la progettazione di specifici componenti. Vengono installati martelli a rotazione libera nei 360 gradi. Sono progettati per un ottima capacità di frantumazione senza essere soggetti nel lungo periodo a deformazioni, rotture o cricche. I martelli si compongono di una fusione speciale studiata in collaborazione con l’Università di Padova.

Semplice manutenzione

Tali operazioni periodiche richiedono un essenziale numero di operatori, senza l’ausilio di attrezzature speciali o competenze altamente professionali. Il rotore può essere completamente girato grazie alla doppia puleggia integrata. Controlli ed ingrassaggio sono studiati per essere semplici ed intuitivi.

I mulini a martelli della linea “MEGA” sono appositamente strutturati per la macinazione dei rottami più gravosi e che causano importanti picchi di lavorazione. I macchinari comprendono di serie: nastro trasportatore di carico, sistema oscillante di carico e scarico, mulino a martelli con rotore e culla brevettata, basamento completo di antivibranti, tamburo magnetico, passerelle, scale di accesso, quando elettrico con software di controllo, circuito elettrico, oleodinamico e sistemi di sicurezza e monitoraggio della lavorazione. Le componenti dei mulini stazionari MEGA presentano una struttura appositamente rinforzata e corazzata, tuttavia garantiscono totale accesso alla camera di macinazione, dove è possibile intervenire in maniera semplice e veloce su culla, rotore, griglie, martelli e corazze.

I macchinari garantiscono efficienza ed elevata qualità dei metalli in uscita, assicurando cicli produttivi continuativi e redditizi nel lungo periodo. Coerentemente alla sua politica di qualità, Panizzolo progetta la quasi totalità dei componenti e si avvale di componenti provenienti da fornitori italiani o nord europei riconosciuti come top quality nel settore.

Mulini a martelli stazionari MEGA

Verso il futurodel settore

In un mercato in continuo movimento è bene rimanere sempre aggiornati.
Segui le novità del settore e le rubriche Panizzolo.

Scopri tutte le nostre news